• Redazione

La riconciliazione, dono pasquale. Messa del giubileo d’oro del rinnovamento dello Spirito

Cassana, 27 marzo 2022


S. E. Mons. Gian Carlo Perego

Arcivescovo di Ferrara-Comacchio

(Sintesi)


Cari fratelli e sorelle del Rinnovamento dello Spirito, continua il nostro cammino quaresimale con lo sguardo verso la Pasqua di risurrezione. Oggi è la domenica della gioia, la domenica in cui il nostro cammino quaresimale si riempie di gioia, per la bontà del Signore, come recita il salmo responsoriale. È una gioia arricchita anche da questa memoria, ricorrenza straordinaria del Giubileo d’oro, che carica questa celebrazione di un particolare significato di festa e di preghiera, in comunione con tutto il Movimento del Rinnovamento dello Spirito che celebra i suoi 50 anni di vita nella Chiesa. Ci mettiamo in ascolto della Parola di Dio. (…) La pagina di San Paolo alla comunità di Corinto ci ricorda che la Pasqua a cui ci stiamo preparando ci rende nuove creature, perché il Figlio ci riconcilia con il Padre e scopriamo di essere una sola famiglia. Questa parola ‘riconciliazione’ ripetuta più volte dall’apostolo Paolo, soprattutto il suo invito fermo (“lasciatevi riconciliare con Dio”) ci ricorda l’importanza di uno stile, quello del perdono, che deve caratterizzare la vita cristiana. Il perdono è anche un dono dello Spirito che risveglia le nostre coscienze e le riporta sulla retta via, valorizzando ogni originalità e diversità, come a Pentecoste. (…) Cari fratelli e sorelle del Rinnovamento dello Spirito, viviamo questo Giubileo con questo desiderio di riconciliazione, che apre il nostro cuore all’incontro con il Risorto e i fratelli, per una nuova evangelizzazione, illuminati dallo Spirito del Signore. Non abbiamo paura di ritornare a casa, in chiesa, dal Signore per chiedere perdono, per ricominciare. Aiutiamo anche i nostri fratelli e le nostre sorelle più lontane a riprendere il cammino di fede con noi, nella chiesa, che sentiamo come la nostra casa, ma anche la casa di tutti i figli e le figlie di Dio. Così sia.


Post recenti

Mostra tutti

In riferimento a ciò che è accaduto nella parrocchia di Goro, riguardo alla preparazione dei candidati ai sacramenti, e a quanto è stato riportato dalla stampa locale, l'Arcidiocesi di Ferrara-Comacch