• Redazione

Il 1° Maggio S. Messa dell’Arcivescovo per la Festa dei lavoratori. Cosa fa la Diocesi per il lavoro

L’Ufficio diocesano per la Pastorale Sociale, Lavoro, Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato in vista della festa dei lavoratori il prossimo I maggio, nella memoria liturgica di san Giuseppe artigiano, ha organizzato un momento di incontro e di preghiera con una realtà lavorativa operante nel territorio della nostra Diocesi. Quest’anno il luogo previsto per le celebrazioni sarà la “OMI S.N.C.”, fabbrica specializzata nella produzione di parti intercambiali per macchine utensili, situata nella Zona industriale Sipro a S. Giovanni d’Ostellato.

Fondata nel 1975, la “OMI” di Luciano Isipato & C. vanta oltre 40 anni di esperienza nella progettazione e produzione di cilindri pneumatici e relativi accessori.

L’Arcivescovo Mons. Gian Carlo Perego, oltre ad incontrare i dirigenti, avrà modo di salutare gli operai che dallo scorso 11 aprile hanno ripreso a lavorare, secondo il rispetto delle norme governative.

Tenendo presente le limitazioni dovute alla pandemia, verrà poi celebrata la S. Messa, a porte chiuse, all’interno dell’azienda, visibile, attraverso il sito internet diocesano (www.arcidiocesiferraracomacchio.org), dalle ore 9 del I maggio, e sempre nelle medesima data, sarà trasmessa su Telestense alle ore 18. Presiederà l’Arcivescovo, concelebreranno mons. Massimo Manservigi, Vicario Generale; don Francesco Viali, Direttore Ufficio Pastorale Sociale e Lavoro, e don Luciano Domeneghetti, Parroco di S. Giovanni d’Ostellato.

La vicinanza della Diocesi al mondo del lavoro


Mons. Perego, attraverso questa visita, nel giorno dedicato a tutti i lavoratori, intende manifestare la vicinanza della Diocesi di Ferrara-Comacchio al mondo del lavoro ed in particolare la propria gratitudine a quanti si stanno spendendo in questo tempo, nella sanità, nei servizi e nelle attività essenziali, nel garantire l’ordine pubblico, nella Protezione Civile.

Sono tanti i punti interrogativi che affollano l’ambito lavorativo, le preoccupazioni per la crisi economica non mancano; per questo si ricorderanno quanti hanno ripreso l’esercizio della professione e chi ancora è costretto a rimanere fermo con le proprie attività; gli imprenditori, le piccole e medie industrie che costellano il nostro territorio ferrarese-comacchiese, il settore turistico, i trasporti, la ristorazione, il mondo della cultura, dell’edilizia, il Terzo settore e la filiera agricola, ittica e zootecnica.

Avendo ben presente i diversi rischi per i lavoratori e le lavoratrici, la Diocesi e l’Ufficio per la Pastorale Sociale e il Lavoro, invitano alla preghiera perché possa diffondersi un modello sociale ed economico dove la salvaguardia della salute delle persone sia al centro e il lavoro più degno. Inoltre rinnovano l’iniziativa del Fondo Lavoro finalizzato alla possibilità, per i disoccupati, di usufruire di borse lavoro e per le imprese di poter accedere a prestiti senza interessi o ad aiuti economici. Le richieste saranno valutate da una Commissione che deciderà la possibilità di offrire risposte concrete. Istituito nel 2018, il Fondo, nel primo anno di vita, ha sostenuto la situazione di due piccole aziende artigiane e promosso cinque borse lavoro per alcuni giovani e persone disoccupate. Per ulteriori info: https://arcidiocesiferraracomacchio.org/pag_evento.php?leggi_tutto=399.


La Voce di Ferrara-Comacchio è il settimanale dell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio
Redazione: Via Boccacanale di Santo Stefano 24/26 - Ferrara - Tel. 0532/240762 Fax 0532/240698
Proprietà dell'Opera Archidiocesana per la Preservazione della Fede e della Religione
Reg. Tribunale di Ferrara n. 66 del 27-09-1956