• Redazione

Giornata dell’Università Cattolica del S. Cuore: omelia di mons. Perego

Alleati per il futuro


Basilica di S. Francesco, Ferrara, 20 settembre 2020


S. E. Mons. Gian Carlo Perego

Arcivescovo di Ferrara-Comacchio

Cari fratelli e sorelle, celebriamo oggi la Giornata dell’Università Cattolica del S. Cuore, occasione speciale di riflessione per promuovere il ruolo dell’Università Cattolica, anche nella nostra Chiesa.

L’Università Cattolica - nata dalla fondazione Toniolo, che compie quest’anno il suo primo secolo di vita - è una tra le più belle iniziative del cattolicesimo italiano del Novecento, “una grande idea” – come scrisse Pio Bondioli – nata soprattutto dall’intelligenza della fede di Padre Agostino Gemelli e di Armida Barelli, per coniugare “Vita e Pensiero”, in un tempo in cui il positivismo relegava la fede e l’esperienza religiosa – da cui era nata anche l’idea di Università, prima a Bologna all’inizio del XII secolo e poi anche a Ferrara nel 1391 - al sentimento, se non alla fantasia. Oggi l’Università Cattolica – dove anch’io ho insegnato per vent’anni nelle sedi di Cremona e Brescia - ha un ruolo importante nella costruzione di un futuro per i giovani del nostro Paese, anche alla luce di una pandemia che ci chiede un nuovo patto educativo, economico e sociale per ridisegnare la ripresa del nostro Paese: “Alleati per il futuro” è, infatti, il tema di questa Giornata annuale dell’Università Cattolica. Un cordiale saluto agli Amici dell’Università Cattolica, presenti a questa celebrazione e ai quali va il nostro apprezzamento per un lavoro di sensibilizzazione all’esperienza culturale dell’Università Cattolica nella nostra Chiesa e società. Insieme ci mettiamo in ascolto della Parola di Dio. Il profeta Isaia ci invita a cercare il Signore, a scoprire la sua vicinanza nella storia di ogni giorno. E se anche abbandonassimo le vie del Signore, il profeta invita a ritornare a Lui, “che largamente perdona”, che ha misericordia di tutti. Perdono e misericordia sono i due tratti dell’azione di Dio nella storia secondo il profeta. Sono anche i tratti di una Chiesa in cammino, missionaria, secondo Papa Francesco. “Le nostre comunità potranno rimanere vive e dinamiche nell’opera di nuova evangelizzazione nella misura in cui la “conversione pastorale” che siamo chiamati a vivere sarà plasmata quotidianamente dalla forza rinnovatrice della misericordia” (n.5), ha scritto Papa Francesco nella lettera Misericordia et misera, a conclusione del Giubileo della misericordia del 2016.

San Paolo, scrivendo alla comunità di Filippi, ritorna sulla esperienza di seguire il Signore, che non si riduce nell’accogliere il suo messaggio, ma nel vivere e morire per lui. La fede è vita, entra nella storia. La fede è intelligente, interpreta la vita, il creato, il mondo. L’Università Cattolica del S. Cuore è al servizio di questa fede intelligente, come recita l’art. 1 dello Statuto: “L’Università Cattolica, secondo lo spirito dei suoi fondatori, fa proprio l’obiettivo di assicurare una presenza nel mondo universitario e culturale di persone impegnate ad affrontare e risolvere, alla luce del messaggio cristiano e dei principi morali, i problemi della società e della cultura”.

Presenti nel mondo universitario e culturale, l’Università Cattolica aiuta a pensare con gli occhi della fede, sapendo che fede e cultura non sono in contrapposizione, ma si sostengono a vicenda, facendo proprie le domande che oggi si pone – come ci ha ricordato il Concilio Vaticano II - e cercando il bene della persona e della società.

La pagina evangelica di Matteo ci ricorda una parabola di Gesù. Al centro c’è il rapporto, diremmo oggi, tra datore di lavoro e lavoratore, con l’impegno della giusta retribuzione. La giustizia è un principio fondamentale anche nell’insegnamento sociale della Chiesa. Ma Gesù non attribuisce al Padre solo un atteggiamento di giustizia nei nostri confronti. Gesù ci ricorda che il Padre ci giudicherà non con giustizia, ma con misericordia, che ribalta anche le condizioni delle persone: i primi saranno ultimi, gli ultimi saranno i primi. La logica di Dio non è la logica dell’uomo e sul piano della giustizia supera anche le giustizia distributiva e la giustizia riparativa, che sono due principi su cui regoliamo la nostra vita sociale, l’esperienza penale, ma anche la conversione ecologica di oggi.

Cari fratelli e sorelle, in questa domenica in cui ricordiamo il lavoro culturale dell’Università Cattolica, come un dono per la nostra Chiesa in Italia, chiediamo al Signore di non cessare di ricercarlo nella nostra vita, come Creatore, come Padre, ricco di misericordia, come via, verità e vita. E il Signore accompagni tutti gli studenti e i docenti dell’Università Cattolica, ma anche tutti i docenti e universitari della nostra città, che stanno per iniziare l’Anno accademico, tra limitazioni e incertezze, perché si lascino interpellare dalle domande della vita, guidare dalla ricerca scientifica anche illuminati dall’intelligenza della fede. Così sia.

Post recenti

Mostra tutti

La Voce di Ferrara-Comacchio è il settimanale dell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio
Redazione: Via Boccacanale di Santo Stefano 24/26 - Ferrara - Tel. 0532/240762 Fax 0532/240698
Proprietà dell'Opera Archidiocesana per la Preservazione della Fede e della Religione
Reg. Tribunale di Ferrara n. 66 del 27-09-1956