• Redazione

Ecco “la Voce" del 20 marzo: SPECIALE racconti dalla “Quarantesima", case-famiglia e molto altro!

Nell'edizione di venerdì 20 marzo 2020 del nostro settimanale diocesano potete trovare otto pagine con racconti e riflessioni di questa “quarantesima" nella nostra Diocesi:

Attesa, paura, nuove relazioni (si spera feconde): a partire da questo numero, abbiamo deciso di dedicare ampio spazio a racconti, riflessioni e buone pratiche (Scout, SAV ecc.) dal nostro territorio diocesano, cercando - com’è nello spirito del nostro settimanale - di creare una comunità “virtuale”, un racconto collettivo che ci faccia ancor più sentire uniti. L’attuale periodo emergenziale in seguito alla diffusione del Covid-19, ha suscitato in molte persone spunti di meditazione, desiderio di approfondimento e di ricerca personale: da chi risale al 1986, col disastro di Chernobyl, per ragionare sul presente, a chi si concentra sulla fragilità in questo tempo nuovo; o chi sull’importanza di una corretta informazione e di una consapevolezza generalizzata, o su coloro che non si possono chiudere in casa, perché una casa non ce l’hanno. E ancora: forte è il desiderio di affidamento a Cristo, per comprendere se, davvero, da questo periodo assurdo non ne usciremo ancora più soli. Cercando di cogliere l’occasione che abbiamo davanti, di riscoprire, in modo autentico, la presenza degli altri.

E ancora:

- Progetti del Laicato: riflessioni: Il silenzio della Quaresima è attivo e fertile, mentre la Quarantena parla il linguaggio dell’attesa: è un ritrarsi aspettando che il male passi. Anche la Quarantena insegna molto…

- Burana, restaurato il campanile: in attesa della fine dei lavori nella chiesa e del restauro dell’organo a canne, il parroco spiega il cammino da quel doloroso 20 maggio 2012: il ruolo fondamentale della comunità parrocchiale nel far rinascere i luoghi simbolo del paese.

- Comacchiesi di tutto il mondo, (ri)unitevi! Nel cronoprogramma delle iniziative per il centenario dell’Aula Regia proprio per il weekend dopo Pasqua è stato programmato un originale raduno dei comacchiesi emigrati in altre parti d’Italia e del mondo…

- Dare una famiglia a chi non ce l’ha: le case-famiglia della Papa Giovanni XXIII in Diocesi.

- Addio all’artista e Maestro De Stefano; il ricordo di Michele Govoni, presidente del Club Amici dell’arte.

...e molto altro ancora!

Anche in questa edizione del nostro settimanale sono presenti contributi di diverse persone e comunità: Michele Govoni, Enrico Campagnoli, Chiara Ferraresi, Alberto Lazzarini, Raffaele Rinaldi, Chiara di Ferrara, Banco Alimentare di Ferrara, Patrizio Fergnani, Cinzia Bervegliri, Maria Chiara Lega Scutellari, Candida Cinti, Elisa Calessi, p. Augusto Chendi, Scout Ferrara, Giorgio Maghini, don Roberto Sibani, don Enrico Peverada, p. Vasile Jora, Responsabili APG23 casa-famiglia diocesana, don Paolo Cavallari, Parrocchia di Vaccolino, Marcello Panzanini, Monache Clarisse di Ferrara, Giorgio Maghini, Andrea Musacci, Paolo Micalizzi.

Il settimanale diocesano “la Voce di Ferrara-Comacchio" lo potete trovare a Ferrara nella nostra sede di Casa Cini (via Boccacanale di S. Stefano, 24/26), nella Libreria San Paolo (via San Romano, 35), nella Basilica di San Francesco e nella chiesa di Santo Stefano (che sostituiscono il Duomo fino a fine lavori), nelle chiese e parrocchie dell'intera Diocesi. È possibile anche riceverlo comodamente a casa via posta, o leggerlo su pc, tablet o smartphone. Cliccando qui trovate tutte le possibilità per abbonarvi.

La Voce di Ferrara-Comacchio è il settimanale dell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio
Redazione: Via Boccacanale di Santo Stefano 24/26 - Ferrara - Tel. 0532/240762 Fax 0532/240698
Proprietà dell'Opera Archidiocesana per la Preservazione della Fede e della Religione
Reg. Tribunale di Ferrara n. 66 del 27-09-1956