• Redazione

Benvenuti ai Lidi di Comacchio e di Pomposa, ‘casa comune’: Messaggio del Vescovo ai turisti

Cari turisti,

anzitutto benvenuti ai Lidi, questo angolo di ‘casa comune’, tra terra e mare, il Delta e le oasi naturali, che vi ospita ogni anno per un tempo di vacanza e di riposo. Il benvenuto si accompagna a un invito a continuare, anche in questi nostri Lidi, il tempo della preghiera personale e comunitaria, a valorizzare i luoghi sacri, le chiese che da Comacchio – con il Duomo e il Santuario di Santa Maria in Aula Regia, in particolare –, all’Abbazia di Pomposa fino ai Lidi rappresentano spazi per regalare a se stessi un tempo di incontro con il Signore, continuare o riprendere la partecipazione all’Eucaristia e al sacramento della Riconciliazione, dedicare più tempo all’ascolto e alla meditazione della Parola. Spesse volte il tempo del riposo e della vacanza può diventare utile per fermarsi e riorganizzare la propria vita anche di fede, riconsiderare il valore dello stare in famiglia – e i Lidi sono soprattutto luoghi per le famiglie –, recuperare relazioni e affetti. Ogni tempo, anche quello della vacanza e del riposo, è un tempo di grazia.

Questo angolo di bellezza naturale che i Lidi offrono, ci aiuta anche a riconciliarci con il creato, a considerarlo ‘cosa buona’ e non una cosa personale da usare senza cura, ma da rispettare e custodire per le generazioni future, secondo l’invito del Signore nel libro della Genesi a «coltivare e custodire» il giardino del mondo (Gen 2,15). “Mentre «coltivare» significa arare o lavorare un terreno – scrive Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’ -, «custodire» vuol dire proteggere, curare, preservare, conservare, vigilare. Ciò implica una relazione di reciprocità responsabile tra essere umano e natura” (L.S. 67).

Cari turisti, ancora benvenuti ai nostri Lidi. Le nostre comunità parrocchiali e chiese sentitele come la vostra casa, in questo tempo in cui riprendiamo anche – tra paure, distanze e attenzioni sanitarie – a stare insieme e a guardare insieme al futuro.

Il Signore vi accompagni e protegga con la Sua benedizione.

Ferrara, 21 giugno 2020


+ Gian Carlo Perego

Arcivescovo di Ferrara-Comacchio

Abate di Pomposa

Post recenti

Mostra tutti

Avvento, lettera dell'Arcivescovo per i sacerdoti

Ferrara, 24 novembre 2020 Memoria di S. Andrea Dung Lac e compagni Cari confratelli, domenica 29 novembre inizia il Tempo di Avvento, con l’invito di Gesù richiamato nel brano evangelico di Marco: “Ve

La Voce di Ferrara-Comacchio è il settimanale dell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio
Redazione: Via Boccacanale di Santo Stefano 24/26 - Ferrara - Tel. 0532/240762 Fax 0532/240698
Proprietà dell'Opera Archidiocesana per la Preservazione della Fede e della Religione
Reg. Tribunale di Ferrara n. 66 del 27-09-1956