NEWS

30 MARZO: ULTIMO INCONTRO DEDICATO A “IL PADRONE DEL MONDO” SCARICA PDF

28/03/2016

Mercoledì 30 marzo alle ore 21 nella Cattedrale di Ferrara avrà luogo il terzo e ultimo incontro dedicato a “Il Padrone del mondo” (The Lord of the World, 1907), profetico romanzo di Robert Hugh Benson (1867-1914). Il ciclo di conferenze dal titolo “Il Messia capovolto”, per la seconda edizione di “Incontro con il Cristianesimo”, ha preso avvio lo scorso 19 gennaio, ed è poi proseguito il 24 febbraio, vedendo come relatore di ogni incontro S. E. Mons. Luigi Negri, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio.
È stato lo stesso Papa Francesco in più occasioni – tra cui l’intervista durante il volo di ritorno dal Viaggio Apostolico nelle Filippine e nello Sri Lanka – a consigliare la lettura del romanzo di Benson, sottolineandone il tema fondamentale, oggi come allora, della «colonizzazione ideologica».
Nella prima serata Mons. Negri ha spiegato come nel romanzo «l’umanismo sia l’ideologia dominante, una concezione radicalmente antropocentrica che considera le religioni, soprattutto il cattolicesimo, solo causa di divisioni e violenze». Benson sottolinea la differenza tra la moltitudine senza volto di questa ideologia, e il cattolicesimo che manifesta il volto di Dio. Nella società umanitaristica delineata da Benson, «l’uomo basta a sé stesso, si fa dio, creando un enorme progetto di omologazione», seppur in uno stato di sufficiente soddisfazione dei bisogni materiali. «Quest’enorme massificazione deve liberarsi dal passato, irridendolo e indebolendolo» a tutti i livelli. Deve, dunque «eliminare le differenze, livellarle, a partire dal cattolicesimo».
«La violenza e la crudeltà contro i cristiani – sottolinea Mons. Negri – non viene meno in una società che si vanta di essere stata pacificata. Le dimensioni, come quella intima della fede, che non possono essere controllate, devono essere eliminate». Julien Felsenburgh, l’anticristo, è il Padrone del mondo, il vero artefice di questo sterminato progetto ateistico. Di lui si parla con gli stessi termini usati per parlare di Cristo, solo che, secondo la mentalità umanitaristica, quest’ultimo, Dio fattosi uomo, ha fallito mentre Felsenburgh, uomo fattosi dio, non fallirà.
Nello scontro finale, di cui Mons. Negri parlerà nell’incontro in programma mercoledì 30 marzo, verrà compreso a pieno il senso dell’Armaghedòn di cui si parla nel Libro dell’Apocalisse. Come negli incontri precedenti la conferenza sarà arricchita da contributi filmati e letture di brani del romanzo.
Andrea Musacci